COVID-19. In vigore il nuovo Decreto Legge. Niente "penale" per chi viola le norme sugli spostamenti

giovedì 26 marzo 2020
 (foto: www.interno.gov.it)
E' in vigore da oggi il nuovo decreto legge (n.19 del 25.3.2020) contenente "Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19".
Fra le varie disposizioni ve ne è una che farà tirare un sospiro di sollievo a tutti coloro che erano stati sanzionati  per violazione dell’articolo 650 del codice penale (inosservanza di un provvedimento dell’autorità): la violazione delle prescrizioni sugli spostamenti, sempre che non sia configurabile un diverso e più grave reato, non rientra più nell'ambito penale.
Si applica per tali violazioni da oggi, con efficacia retroattiva, una sanzione amministrativa che va da 400 a 3.000 euro: fine quindi della paura di essere processati.
Infatti, nella norma che si riferisce alla sanzione amministrativa della multa è specificato che "le disposizioni sostituiscono sanzioni penali con sanzioni amministrative e si applicano anche alle violazioni commesse anteriormente alla data di entrata in vigore del presente decreto, ma in tali casi le sanzioni amministrative sono applicate nella misura minima ridotta alla metà".
Per cui chi è stato sanzionato se la caverà con 200 euro.

IL TESTO DEL DECRETO LEGGE

Immagini

 (foto: www.interno.gov.it)