I "polpi sconosciuti" costano caro a un ristoratore: la Guardia Costiera lo sanziona per 1500 euro

lunedì 14 marzo 2022
Procede l’attività di controllo, posta in essere dai militari della Guardia
Costiera di Alghero, nella zona terrestre di competenza, al fine di garantire il
rispetto della normativa sulla filiera pesca, a tutela della salute dei consumatori
finali e della salvaguardia della fauna marina.
I controlli hanno interessato due ristoranti siti presso un Comune dell’entroterra ove si è proceduto alla verifica della tracciabilità del prodotto ittico detenuto, allo scopo di scongiurare l’inserimento nel circuito commerciale,
nonché la relativa somministrazione ai clienti, di specie provenienti dalla pesca
sportiva/ricreativa.
L’attività ispettiva ha portato al sequestro di 11 kg di polpo (octopus vulgaris), detenuto presso uno degli esercizi commerciali controllati, in difetto della prevista documentazione che ne attestasse la provenienza, con l’applicazione di una sanzione amministrativa pari a 1.500 €.
Il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Alghero, Tenente di Vascello (CP) Giuseppe TOMAI, conferma che l’attività di controllo sulla filiera della pesca, continuerà anche negli altri Comuni dell’entroterra rientranti nel territorio di giurisdizione.

Immagini