Una brutta Dinamo cade anche a Trieste e colleziona la terza sconfitta consecutiva. Partita sempre in salita con i padroni di casa che giocano con più energia e voglia, il Banco va molto a sprazzi e tira con disastrose percentuali da 3 punti. Non basta il tentativo di recupero finale.

TRIESTE – DINAMO 75-69 (23-14 / 38/34 / 57-46)

Trieste: Gaines, AJ Patcher, Davis, Bartley JR, Spencer, Campogrande, Bossi, Vildera, De Angeli, Ius, Lever. All.Legovich

Dinamo: Jones 11, Robinson 14, Kruslin 5, Bendzius 13, Onuaku 10, Nikolic 2, Gentile 8, Devecchi 1, Gandini, Diop 5, Chessa, Raspino. All.Bucchi

Chiavi del match: La disastrosa percentuale da 3 punti del Banco

PARTENZA AD HANDICAP

Partenza di grande energia ed entusiasmo di Trieste, Davis comanda, 6-0 subito con Dinamo che fatica ad entrare nel match. Onuaku parte bene sui due lati del campo, due rimbalzi offensivi consecutivi valgono il sorpasso per Sassari, la squadra di Legovich concede il tiro a Robinson quasi a sfidarlo e rimane sempre concentrata, piazzando un altro minibreak di 6-0 (14-10). Bartley e Davis vanno a mille all’ora, il Banco sempre a corrente alternata nonostante i due canestri consecutivi di Jones (19-14), Bendzius fa fatica contro AJ Pacher, i giuliani chiudono il primo quarto dominando (23-14).

Trieste tira con 11/18 dal campo, 7 punti per Davis, 6 punti per Onuaku e Bartley.

DINAMO IN DIFFICOLTA’

Bartley continua a pigiare sull’acceleratore, la Dinamo non ha risposte offensive quasi da nessuno, Trieste vola sul +14 con una schiacciata a rimbalzo di AJ Pacher (29-15). Bucchi prova a cercare risposte dalla panchina, il Banco segna con il contagocce, 5 punti consecutivi di Kruslin ridanno un minimo di ossigeno a Sassari (30-22 al 16’), ma i problemi in difesa permangono con la schiacciata di Spencer. I blackout costringono Bucchi ad un altro time out, Gaines segna la tripla da 7 metri (35-24 al 17’). Dinamo con 10/25 dal campo e 1/9 da 3 punti.

IL LUMICINO DI SPERANZA

Nel momento più duro del quarto il Banco prova a riemergere e rimanere a contatto con Trieste, nonostante le basse percentuali. All’intervallo Sassari è sotto 38-34 dopo essere stata in svantaggio di 13 punti.

Bartley JR l’MVP del primo tempo con 12 punti, 5 rimbalzi, , 15 di valutazione, 10 punti e 5 rimbalzi per Onuaku.

PERCENTUALI DISASTROSE

La Dinamo ci prova difensivamente ma continua a litigare con il canestro (1/13 da 3p), 5 punti consecutivi di Robinson riportano il Banco sotto di 1 punto (40-39), ma il playmaker di Sassari commette il 3° fallo ed è costretto ad uscire. Trieste fa fatica a segnare ma sfrutta gli errori della squadra biancoblu, che deve rifare tutto dopo il gioco da 3 punti di Bartley JR (45-39). Non ci sembrano essere i presupposti per girare il match, Bucchi chiama time out per scuotere i suoi giocatori, solo 5 punti in 5 minuti e rimette in campo Robinson. 2 falli in 20 secondi condannano Onuaku, altro black out del Banco che va sotto ancora in doppia cifra (51-39). Spencer cancella tutto intorno al canestro, Diop va in confusione, la tripla di Gaines ricaccia nel baratro la Dinamo (54-42). Impietoso il 3/23 da 3 punti del Banco che in balia dell’avversario (57-46 al 30’)

DINAMO SENZA SCAMPO

7-0 di parziale della Dinamo per iniziare l’ultimo quarto ma è un fuoco di paglia, prima Bartley, poi una tripla di Campogrande dall’angolo esaltano Trieste (62-52 al 33’). Bucchi manda in campo anche Chessa e prova un quintetto solo di battaglia, Gentile e Robinson trovano qualche soluzione, Sassari arriva 66-62 ma il contropiede con presunto canestro buono sbagliato dallo stesso Chessa e la tripla di Bartley ricacciano il Banco all’inferno. Skyler Spencer chiude definitivamente il confronto. Finale 75-69 per Trieste.

Fonte: www.dinamobasket.com

Credito foto: www.dinamobasket.com