Sassari. È stato firmato il Protocollo di intesa tra l’Agenzia delle Accise Dogane e Monopoli (ADM) e il Comune di Olbia che ha l’obiettivo di intensificare il contrasto al commercio illegale derivante dalla realizzazione e messa in vendita di beni contraffatti.

L’accordo è stato siglato dal Direttore Territoriale Adm Sardegna, Roberto Chiara, e dal Sindaco del Comune di Olbia, Settimio Nizzi, e consente di avviare azioni sinergiche per la prevenzione e la repressione dei fenomeni illeciti connessi al commercio

In base a questo nuovo protocollo Polizia Locale e funzionari di Adm effettueranno controlli congiunti alle attività economiche: la Polizia Locale si occuperà degli aspetti amministrativi, Adm di tutte le verifiche riguardo alla veridicità dei marchi e delle certificazioni, della provenienza della merce e del rispetto delle norme sanitarie e di sicurezza che riguardano i prodotti posti in vendita.

La collaborazione tra i due Enti è finalizzata al contrasto della vendita di prodotti contraffatti e/o riportanti falsi e fallaci indicazioni sull’origine, sulla provenienza o sulla qualità diversa dal dichiarato, non corrispondenti alle norme sul commercio internazionale, con l’obiettivo di accertare e sanzionare le attività illecite, anche di natura penale, a tutela delle imprese e del consumatore finale.

Si tratta di un impegno che vede i funzionari ADM impegnati non solo a colpire il fenomeno del falso, che riguarda spesso prodotti di lusso o di grande consumo, ma di intercettare anche la messa in commercio di prodotti che riportano indicazioni non veritiere o fuorvianti per gli acquirenti o che peggio possono essere pericolosi.

II documento prevede anche l’istituzione di un tavolo di lavoro permanente affinché si possa procedere al monitoraggio, all’analisi e alla pianificazione degli interventi sul territorio da svolgere anche congiuntamente.