Maxi intervento di riqualificazione idrica nei comuni di Sarroch e Muravera. L’Egas, l’Ente di Governo dell’ambito della Sardegna, attraverso le determinazioni dirigenziali n. 396 e 404 del 7 novembre scorso, ha dato il nulla osta a due importanti progetti redatti da Abbanoa SpA e volti all’efficientamento idrico e al miglioramento della qualità del servizio nei due Comuni del sud dell’isola.

Il centro del Sarrabus sarà interessato dall’intervento più consistente per un valore che supera 1 milione e 400 mila euro: un investimento a carico dell’Egas, con finanziamenti a valere sul Fondo di Sviluppo e Coesione FSC 2014-2020, che permetterà di realizzare oltre 2.500 di nuove condotte nel centro abitato di Muravera.

Il Comune è principalmente a vocazione turistica e la sua rete idrica vive, quindi, le maggiori sollecitazioni nel periodo estivo quando viene messa a dura prova da due fattori: la vetustà dei materiali utilizzati e la particolare conformazione geografica del territorio con altimetria da zero a 150 metri sul livello del mare. Con il tempo tale stato ha condizionato la tenuta della rete, limitando di molto le possibilità di regolazione dei flussi e in particolare della pressione, fino a condizionare pesantemente l’efficienza della distribuzione. Le nuove condotte saranno realizzate in ghisa sferoidale con idoneo diametro. L’intervento interesserà Via Delle Ginestre, Via Dei Tulipani, Via degli Asfodeli, Via Delle Mimose, Via Cristoforo Colombo, Via Risacca, Via Caboto, Via Monte Nai, Via A. Doria Alta, Via Corallo (o via Sa Murta), Via Della Murena e via Ichnusa per un totale di 2.550 metri di nuove condotte.

Il secondo intervento che ha incassato il via libera dell’Egas è l’adeguamento dell’impianto di depurazione di Sarroch per un impegno economico di 360 mila euro, finanziato dalla Regione Sardegna nell’ambito del “Piano Regionale delle infrastrutture” (DGR n. 22/1 del 7 maggio 2015). Il progetto si pone l’obiettivo di ottimizzare la funzionalità complessiva dell’impianto al fine di garantire agli utenti ed alla collettività qualità e buoni livelli di servizio; prevede, in sintesi, il ripristino strutturale del chiarificatore, la sostituzione delle lame raschia fanghi e degli stramazzi, l’ammodernamento funzionale dell’impianto e la sua manutenzione generale, l’adeguamento delle carpenterie e del trattamento fanghi, la sostituzione delle apparecchiature elettromeccaniche. La tempistica di esecuzione dei lavori è prevista in circa 90 giorni.

Il Presidente di Egas Fabio Albieri: “diamo risposte concrete ad esigenze reali di tutti i territori della Sardegna, da nord a sud: Sarroch e Muravera con questi due interventi potranno godere di un servizio più efficiente e in linea con la propria naturale trasformazione avvenuta nel corso del tempo”.