Scatta anche in Sardegna la settimana del “Black Friday”, con sconti e promozioni nei negozi e presso le catene commerciali. Una occasione particolarmente attesa dai consumatori della regione, che quest’anno aiuterà le famiglie

ad anticipare i regali di Natale. Lo afferma Adiconsum Sardegna, che mette in guardia i consumatori da truffe e raggiri legati soprattutto agli acquisti online, e alla trappola dello shopping “compulsivo”

“Negli ultimi anni il Black Friday si è imposto anche in Sardegna, attirando un numero crescente di utenti che approfitta delle promozioni per cambiare la lavatrice o comprare un nuovo cappotto – spiega il presidente Giorgio Vargiu – Elettronica, abbigliamento, calzature e accessori sono infatti i prodotti più ricercati dai consumatori sardi durante la settimana di sconti, e quest’anno crescerà la fetta di utenti che approfitterà del Black Friday per anticipare i regali di Natale.

È importante però non farsi prendere dall’ansia dell’acquisto e non cadere nella trappola dello shopping compulsivo: prima di effettuare un acquisto, è bene chiedersi sempre se quel bene che stiamo acquistando ci serve realmente, se lo utilizzeremo e se siamo in grado di affrontare tale spesa, anche alla luce dell’attuale situazione delle bollette e dell’inflazione”.

In base alle stime di Adiconsum Sardegna, in regione si faranno acquisti per circa 75 milioni di euro, il 70% dei quali sulle piattaforme di e-commerce e sui siti web dei vari negozi.

“L’aumento dell’attenzione dei consumatori verso il Black Friday e le vendite sul web ha portato ad un aumento esponenziale delle truffe online – avvisa il presidente Vargiu – Per tale motivo invitiamo i consumatori alla massima prudenza, e a verificare sempre le offerte anche nei negozi fisici: quando possibile, meglio comprare nei piccoli esercizi, in modo da sostenere l’economia locale e non i giganti dell’e-commerce”.

 

– Acquistate solo da venditori sicuri, controllando che nei feedback siano riportati correttamente i dati della società titolare dell’attività commerciale, indirizzo, sede legale e numero di telefono.

– Non fornire mai i propri dati personali per telefono o via e-mail.

– Acquistare solo da siti Internet sicuri, che risultano protetti da sistemi di sicurezza riconoscibili dalla presenza del lucchetto nella barra di indirizzo.

– Diffidare dagli sconti troppo elevati, da prezzi chiaramente fuori mercato, e da messaggi e siti che contengono errori di ortografia.

– Controllate la data e i costi di spedizione e verificare sempre da dove viene spedito il prodotto.

– non aprite mail o link che provengono da mittenti sconosciuti o sospetti e cestinare i relativi messaggi.

– Conservate sempre una copia dell’ordine effettuato e verificate che esista la possibilità di disdirlo senza pagamento di penali.

– Per i pagamenti sul web meglio ricorrere a sistemi come Paypal o carte prepagate evitando bonifici o carte di credito.

– Ricordare che per legge la merce si può restituire quando si acquista fuori dagli esercizi commerciali fisici entro 14 giorni.

– Per gli acquisti online verificare le condizioni di recesso applicate dal venditore online e ricordate che la garanzia vale anche per i prodotti acquistati online.

– Se il prodotto o il servizio acquistato hanno un difetto di conformità o di produzione avete dritto alla sostituzione o al rimborso.